Dittatori si diventa

    

Tutti i regimi dittatoriali hanno in comune una cosa. E non sto parlando della repressione dei dissidenti, bensì del curioso fatto che tutti i leader di regime provenissero da attività mansuete che nulla potevano far presagire. I casi più celebri sono Mussolini maestro di scuola, Hitler imbianchino, Stalin seminarista e Mao Tse Dong aiuto bibliotecario.. ma a parte i soliti noti, cosa sappiamo degli altri? In piena esaltazione revisionistica ho scartabellato un pò trovando notizie interessanti.

Pinochet – Prima della carriera militare, Augusto Pinochet si dilettava a tradurre in spagnolo i grandi successi del free jazz punk inglese. Questo sembra spiegare anche perchè andasse d’accordo con la Thatcher. La lady di ferro era infatti una fan sfegatata dei Dirty Burpers, dei quali il dittatore argentino aveva tradotto anche il nome facendoli pubblicare come Los Eructatores Mugrientos.

Jaruzelski – Come Pinochet, il realsocialista polacco era generale. Pochi sanno però che da giovane aveva fondato una rivista di decorazione della casa. Sembra inoltre che la sua specialità fosse il découpage, ma non piacendo la cosa a Mosca, Jaruzelski l’ha sempre tenuto nascosto. Finalmente ha potuto confessarlo solo pochi anni fa nella versione polacca del Maurizio Costanzo Show.

Pol Pot – Il sanguinario dittatore comunista cambogiano ha un insospettabile passato. Era infatti un croupier nel lussuoso Casinò (o lussurioso casino) di Phnom Penh. Una volta la pallina della roulette schizzò via colpendolo in piena fronte. Dopo il trauma si convinse di dover guidare i Khmer rossi e massacrare tutti.

Tito – Sembra che i suoi dissapori con i sovietici nascessero dal fatto che, diversamente da Jaruzelski, non avesse la minima intenzione di tacere della sua passione per il découpage. Effettivamente prima di intraprendere la brillante carriera di dittatore e di criminale contro l’umanità, si dilettava ad arredare gli ambienti privati e pubblici dichiarando guerra al razionalismo di Le Corbousier.

Saddam Hussein – Dopo i successi come caricaturista da cabaret, Saddam fu ingaggiato per fare il sosia di sè stesso. Infatti il vero Saddam morì in realtà nel 1998 in un incidente domestico e dovettero sostituirlo con uno dei vari sosia. Scelsero l’attore perchè almeno era in grado di imitarne la pronuncia blesa.

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in STORIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...